jump to navigation

Le donne d’Italia si incontrano in rete aprile 9, 2008

Posted by fedeciocia in News.
Tags: , , , , ,
add a comment

Lunedì 31 Marzo le rete ha ospitato un evento tutto al femminile, dedicato alle donne e alle pari opportunità online.  Ideata da Microsoft, e sostenuta da Accenture, Acer e RCS, sul sito Web@lfemminile si è svolta una maratona multimediale di 24ore a cui hanno partecipato diversi personaggi famosi, e alcuni dei principali rappresentanti di importanti settori lavorativi. Gli utenti hanno potuto seguire online gli interventi di tutti i partecipanti, e a loro disposizione avevano anche una videochat e uno spazio blog, dove poter meglio interagire tra loro. Questa iniziativa rappresenta un’ottima occasione per aprire una nuova finestra di comunicazione tra il mondo del web e quello femminile, due mondi apparentemente lontani, ma che avvicinati possono avere riscontri più che positivi.  Le principali destinatarie di questo evento quindi sono tutte le donne, studentesse o lavoratrici, manager o casalinghe che siano. Su Web@lfemminile troviamo infatti diversi interventi da quello della campionessa di scherma Valentina Vezzali, e delle presentatrice tv Simona Ventura, dalla dirigente Fiat Paola Bergamini a quello di ragazze neolaureate, da quello di cameriere e tassiste a quello di donne pensionate ed immigrate. Ma non solo il ruolo delle donne visto da donne, ben accetto è anche il contributo di uomini che vogliono dire la loro sulle donne nel mondo del lavoro. Troviamo così l’intervento del musicista Giovanni Allevi, del nuotatore Massimiliano Rosolino e del cantante Zucchero Fornaciari. Durante la giornata verrà anche lanciata una campagna contro il cyberbullismo, per sensibilizzare i ragazzi a un uso responsabile della tecnologia. Per tutto il mese di aprile, il sito continuerà ad offrire molti servizi utili e sarà aggiornato con nuovi contenuti. Un’iniziativa importante, in un periodo in cui, dopo il 1968, vengono messi in discussione alcuni dei diritti difficilmente conquistati, e in un paese in cui i dati relativi alla discriminazione sessuale evidenziano che la disparità, soprattutto a livello lavorativo, non è ancora stata appianata.

Annunci