jump to navigation

Spam: 9 mail su 10 sono coinvolte. aprile 23, 2008

Posted by Federico Mancin in Riflessioni.
Tags: , , , , , ,
add a comment

E’ di questi giorni la notizia: 9 mail su dieci sono spam.

Innanzitutto, per chi non lo sapesse, rientrano nella categoria spam messaggi di posta elettronica (pubblicitari e non) che non sono stati sollecitati in alcun modo, quindi non desiderati, non richiesti. Si tratta di comunicazioni illegali perchè utilizzano il nostro indirizzo di posta senza averne il diritto. Chiunque sia in possesso di un indirizzo di posta elettronica può rendersi conto che il problema esiste e persiste, nonostante l’aiuto dei filtri anti-spam. Usa e Russia sono i paesi con il più alto numero di mail spam al mondo, e in questa speciale classifica l’Italia si pone all’ottavo posto. Lo spam concorre nel nostro paese con altri numerosi fattori che rendono pericoloso il problema della sicurezza delle reti.

La soluzione è prestare la massima attenzione nell’aprire messaggi di posta di dubbia provenienza.

Il pericolo Spam è sempre più attuale.

Annunci

AdmCom lancia l’Year of Creativity 2008 aprile 11, 2008

Posted by Federico Mancin in Mediastars.
Tags: , , , , , , , ,
add a comment

Be the change you want to see in the world: se vi siete stufati del solito biglietto da visita anonimo e senza personalità, AdmCom ha la soluzione che fa al caso vostro. Year of Creativity 2008 offre una svariata scelta di “singolari biglietti da visita” da personalizzare o inviare ad amici e parenti per uscire un pò dagli schemi. Si tratta di una tecnica viral che punta all’utilizzo del passaparola per ottenere, tramite la registrazione necessaria per usufruire del servizio, informazioni sugli utenti. Il viral è un metodo oramai fortemente utilizzato per raccogliere database di utenti ai quali rivolgersi successivamente per proposte commerciali. La comunicazione di questo tipo, definita “non-convenzionale”, rimane però tale solo grazie ad uno sforzo creativo continuo. Questa strategia molto simpatica che punta all’utilizzo di biglietti da visita divertenti sembra essere stata accolta con molto entusiasmo dal pubblico.

Il viral si conferma un ottimo metodo di comunicazione, fuori dalle righe.

Il nuovo Sistema Audiweb aprile 9, 2008

Posted by fedeciocia in News.
Tags: , , , , ,
add a comment

SegnaleZero riferisce del nuovo Sistema Audiweb presentato ieri a Milano. Si tratta di un sistema integrato per le rilevazioni sulla fruizione di media digitali. Creato in collaborazione con Nielsen Online, che ha messo a disposizione di Audiweb le proprie competenze di ricerca, il Sistema Audiweb fornisce un insieme di report esaustivi, oggettivi ed imparziali che garantiscono una visione innovativa della fruizione dei media digitali e dei sistemi online. I servizi verranno erogati a diverse categorie di utilizzatori, tra cui editori, agenzie pubblicitarie, web agency, centri media, ma anche aziende investitrici, società di consulenza e operatori dell’informazione.

Nuovo record di lettori per Corriere.it aprile 2, 2008

Posted by Federico Mancin in News, Riflessioni.
Tags: , , , , , , ,
add a comment
Il presente a portata di click. Riguardo alla discussione di qualche giorno fa in merito ai modelli condivisi di editoria online e digitale, è di oggi una notizia interessante: in Marzo 2008 corriere.it ha registrato un nuovo record di visite. Parte del successo di questo quotidiano online sarà dovuto all’incalzare della campagna elettorale, ma questo è un sintomo di come i tempi stiano cambiando. E in tutta fretta.

L’abitudine di cercare notizie sul web si sta stabilizzando, cresce, fa parte di noi. Nessun ingombro cartaceo, tutto a portata di mano. e Non solo parole. Ma foto, video, chat, forum, incontri, iniziative. Si apprendono notizie e nello stesso tempo si partecipa in prima persona.

La notizia digitale è scritta in tempo reale, e interattiva. Il presente a portata di click.

Casa chiusa senza clienti? “Colpa di Internet”! aprile 1, 2008

Posted by Federico Mancin in Mediastars.
Tags: , , , , ,
add a comment
E’ successo ad Amburgo. La più famosa casa chiusa della città tedesca chiude i battenti per scarsità di clienti. E la proprietaria dichiara”Perchè?E’ tutta colpa di Internet”. Anche se questo punto di vista può sembrare curioso, è doveroso ammettere che anche in questa direzione Internet sta recitando un ruolo chiave. Questa è una delle numerosi controindicazioni della rete, che apre al mondo risposte illimitate a qualsiasi tipo di esigenza. Senza filtri. Già, perchè non sono sufficienti, a quanto pare, le campagne d’informazione per rendere gli utenti immuni dalle varie tentazioni del web. Questo accade poichè il mezzo Internet è in grado di rovesciare le gerarchie anagrafiche, con una vasta serie di contraddizioni. Ovvero, le generazioni che dovrebbero tutelare i più giovani nella navigazione, non ne sono in grado, poichè meno avvezzi degli stessi utenti di nuova generazione. Coloro che sono nati con il polso da mouse, viaggiano ad un’altra velocità, senza freni. E coloro che invece il mouse lo credono ancora un nemico, si ritrovano a rincorrere, senza successo.Con Internet insomma, un mondo visto alla rovescia.

IX Congreso de Periodismo Digital marzo 31, 2008

Posted by Federico Mancin in Riflessioni.
Tags: , , , ,
add a comment
Si è svolto a Huesca, in Spagna, il nono congresso sul giornalismo digitale. Nell’epoca che segnerà la scomparsa della carta stampata a favore delle schermate digitali, sembra essere fondamentale trovare un modello di giornalismo di nuova generazione. La ricerca si svolge in due direzioni: si disquisisce sui temi da trattare e sul tono con il quale trattarli; si cerca di capire quale possa essere la nuova composizione base di una redazione.Tramite il Mediablog di corriere.it, Marco Pratellesi racconta che al termine dei dibattiti svolti in questo Congresso, “l’unica conclusione è che non c’è conclusione”, ovvero non sembra esistere ancora un vero e proprio modello per il futuro giornalismo online.

Probabilmente non ne esiste uno “unitario”, unico e condiviso. Sicuramente ne esistono numerosi, diversi tra loro, ma comunque funzionali all’obiettivo: fidelizzare i lettori. I dati parlano chiaro, ovvero se si manterranno stabili i tempi di trasformazioni avvenute negli ultimi 3 anni, ben presto l’editoria online sarà il media d0informazione più affermato, ammesso che già non lo sia.

Il dibattito è più che mai acceso: riuscirà la carta stampata a salvarsi nell’epoca del Web 2.0?